VieSelvagge
VieSelvagge
Gruppo a Campiglia Portovenere

Un piccolo gruppo tra le meraviglie di uno dei tanti siti Unesco italiani

Ebbene questo trekking si può dire che è stato impegnativo su molti fronti, in primis la logistica e il dover gestire questa situazione pandemica che ha veramente portato all'esasperazione tutti. Tra defezioni dell'ultima ora e contrattazioni con l'hotel che richiede le penali, siamo riusciti a ritrovarci in quel di Levanto con una giornata da galleria del vento!

Meteo abbastanza bello ma il primo giorno il vento era piuttosto sostenuto. A questo giro abbiamo una delegazione piemontese, una ligure, una lombarda, una marchigiana e una siciliana. Insomma un bel mescion come si dice dalle parti di Milano.

L'hotel super confortevole e spazioso ci ha cullati per benino ma andiamo per ordine! Perchè ne abbiamo da vedere e da raccontare.

Che si fà oggi? saliamo sulla cimetta del Monte Rossola, breve o quasi ma super panoramica e poi con la sua cimetta rocciosa ha dato quel giusto spirito montano creando un bel mix mari - monti come il risotto!

Opto per fare l'andata per il sentiero più semplice e poi vediamo il ritorno dove ci conviene scendere, oggi il vento è fastidioso ma per fortuna in salita siamo abbastanza riparati e ce lo troviamo ogni tanto. Nel frattempo tra un pino, una piantina di mirto e una di lentisco, si parla di acciacchi, mal di gambe, mal di schiena e qualcuno lungo il tragitto decide persino di prendere a tibiate le radici delle Eriche, chissà cosa gli avranno fatto poverette!

Comunque tra qualche "hai hai" e un "pizzica un po'" alla fine arrivano tutti in cima e dulcis in fundo arriva anche il sole.

IMG20220106132928 600JPG

Ci godiamo velocemente il panorama e individuiamo qualche cima, con un è lui o non è lui? Certo che è lui: sua maestà il Monviso! e dire che siamo ai confini con la toscana. Ma non c'è solo lui, abbiamo le marittime più a sud-ovest e se ci giriamo a sud ecco apparire la costa della Corsica, dell'Isola di Capraia e di Gorgona! Insomma stiamo vedendo un gran bel pezzo d'Italia a perdita d'occhio.

Ora però dopo una piccola pausa ristoratrice meglio scendere. Questa volta visto che dal versante opposto pare il vento non ci sia, decido per un percorso più diretto e un pizzico ripido, ma alla fine si scende senza intoppi, tibiate a parte!

Pausa in spiaggia per ammirare il tramonto sul Monviso

IMG20220106172908 600JPG

Ora una birretta in compagnia anche per rompere il ghiaccio e via che si va verso la pizza e un buon riposo, il giorno dopo abbiamo una meravigliosa giornata ad attenderci.

Drin Drin, colazione a suon di uova con bacon, formaggio fresco, una brioches, un paio di fettine di pane e siamo in pista. Le cinque terre sono anti automobile quindi meglio spostarsi in treno e così saltiamo sul ciuf ciuf per raggiungere Riomaggiore. Acquisto focaccia e via che si parte.

La partenza è di quelle cattive! la lunga e ripida scalinata che ci porta al Santuario della Madonna di Montenero. Qui le ginocchia sono in bocca, ma con calma riusciamo a raggiungere il culmine di questa scalinata che ci segna anche il termine del tratto più ripido e faticoso di tutto il percorso. Insomma tutto subito, tolto il dente, tolto il dolore... o quasi. Ora possiamo tirare il fiato!

22 01 LevantoCinqueTerre 8184 600JPG

Il tratto che segue è tra i più belli per il panorama sul mare e sulla vegetazione delle cinque terre, oggi più di ieri le isole si vedono meglio e così anche le alpi occidentali, una meraviglia!

Poi entriamo nel bosco e fino all'abitato di Campiglia il panorama è chiuso dalle piante, ma l'attesa viene premiata con una visione spettacolare delle Alpi Apuane imbiancate

20220107 130122 4407631 9 600JPG

Pausa pranzo e via verso Portovenere, dove prima ci attende la splendida vista del Muzzerone, Palmaria, Tino e Tinetto che formano una spettacolare scogliera

IMG20220107143046 600JPG

e poi dopo un buon caffè nei pressi del Muzzerone sendiamo a Portovenere per concludere la nostra meravigliosa traversata godendoci lo splendido tramonto

IMG 20220107 170033 600JPG

Rientriamo a Levanto con i mezzi tra autobus e treno e poi di nuovo a cena e questa volta si va di pesce! e che scorpacciata!

Altra escursione altra meraviglia, questa volta tocchiamo uno dei percorsi più belli per ammirare gli splendidi e oserei dire eroici terrazzamenti delle cinque terre. Il tratto di sentiero tra Corniglia e Manarola è uno dei più suggestivi e qui possiamo toccare con mano l'ingegnosa e faticosa opera dell'uomo.

Oggi l'escursione è breve e salitona ripida a parte il resto del percorso è piacevole

IMG20220108113930 600JPG

Raggiungiamo Manarola un po' affollata, oggi è Sabato tanto che riusciamo a ritagliarci uno spazio al sole defilati dalle persone, ma il fatidico caffè era impossibile da bere, locali troppo piccoli.

Dopo esserci rilassati al sole ci prepariamo a ritornare nelle fredde e nebbiose località padane...a proposito il caffè l'abbiamo bevuto a Levanto dove avevamo sicuramente più spazio!

Grazie a tutti per aver partecipato e complimenti per la compagnia e l'allegria. Ci vediamo alla prossima avventura!

22 01 LevantoCinqueTerre 8211 600JPG 

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

  Le Vie Selvagge di Davide Adamo
  Via Monte Rosa 40
20081 ABBIATEGRASSO (MI)

 Tel.: +39 347 38 63 474
 Email: info@levieselvagge.it

SEGUICI SUI SOCIAL

InstagramFacebookYoutubeTripadvisor

Escursionisti in linea

Abbiamo 177 ospiti e 2 membri online