VieSelvagge
VieSelvagge
images/ImmBlog/2022/06_11_Legnone/22_06_Legnone-9738-300JPG.jpg
Gruppo Northwestrekking sul Monte Legnone

Una giornata di sole pieno e ottima visibilità in cima

Non capita tutti i giorni di fare una escursione sulla cima del Monte Legnone, partendo da Milano con cielo terso e gustandosi le montagne mentre ci avviciniamo a loro con la macchina. La cima del Legnone è una salita di un discreto impegno, dove qualche facile tratto esposto richiede attenzione e dove gli stambecchi regnano sovrani.

Oggi un piccolo gruppo di escursionisti nuovi per Northwestrekking più una veterana, così dopo i vari ritrovi e una frettolosa colazione in quel della Galbusera lungo la Lecco-Colico ci ritroviamo in quel del Roccoli Lorla per iniziare la nostra escursione.

Ragazzi che giornata siamo senza una nuvola e con una visibilità incredibile, il caldo si fa sentire ma una debole circolazione ci permette di salire senza sudazzare. Il primo tratto è decisamente facile e bucolico, ma il gruppo oggi procede bene a parte un piccolo problema di pancia per qualcuno che sentenzia uno stop forzato rinunciando alla vetta.

Il sentiero sale bene e in poco il panorama è sensazionale

salita legnone

Sali di qui, sali di la, ma non troppo di là altrimenti fai un tuffo al lago! Nel frattempo sentiamo degli strani movimenti e ci sentiamo osservati. Ops ecco chi ci guardava

Stambecco

Il Legnone è famoso per tre cose: il panorama quando non ha il cappello e oggi non ce l'ha, la salita ripida e dislivellosa e quello c'è sempre e gli stambecchi e oggi ce ne sono davvero tanti e molto confidenti!

Raggiungiamo il bivacco dove lasciamo riposare il ragazzo costipato mentre indaffarato cerca i luoghi dove scaricare gli eccessi di stomaco e noi ci dirigiamo diretti alla cima dove affrontiamo la parte più tecnica del percorso.

Nulla di veramente difficile, solo qualche tratto esposto dove occorre maggiore attenzione, ma i passaggi risultano sempre facili e ben appigliati e le provvidenziali catene aiutano nella progressione,

Il gruppetto procede bene e anche la veteran del gruppo sale di buona lena.

tratto finale legnone

Di fatto pause comprese siamo saliti in 3 ore e mezza e son soddisfazioni, se ci aggiungiamo che la giornata era da urlo, questa ce la ricorderemo sicuramente.

Vetta sia! pausone in cima a riconoscere cime e a riuscire a identificare tra la foschia della pianura il Monviso. Oggi praticamente dominiamo l'arco alpino dalle vicine Orobie all'Adamello, all'Ortles, Bernina, Masino Bregaglia, Svizzera interna e Oberland Bernese, Sempione, Monte Rosa, Gran Paradiso e sullo sfondo il Monviso. Facendo quattro conti vediamo più della metà dell'arco alpino in un sol colpo! Trovatemi una cima così!

Foto di gruppo e via di nuovo giù per il percorso di salita, ora con un passo più baldanzoso felici della nostra giornata del panorama e della bellezza di questi luoghi. Gli stambecchi ci salutano e noi scendiamo veloci perchè la birra è più che meritata.

Bravi tutti, i super complimenti a Gabriella perchè ci ha creduto e anche a Alessandro che nonostante lo sguaraus si è sgaloppato una bella salita.

Alla prossima avventura

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

  Le Vie Selvagge di Davide Adamo
  Via Monte Rosa 40
20081 ABBIATEGRASSO (MI)

 Tel.: +39 347 38 63 474
 Email: info@levieselvagge.it

SEGUICI SUI SOCIAL

InstagramFacebookYoutubeTripadvisor

Escursionisti in linea

Abbiamo 550 ospiti e nessun utente online