VieSelvagge
VieSelvagge
trekking da milano all'alpe veglia

Una giornata tra neve, sole, vento e allegria

Questo primo giorno di autunno del 2023 inizia con una splendida giornata tra le ultime nubi di una veloce perturbazione, il cielo che diventa azzurro, la neve appena scesa e il giallo dell'autunno che avanza inesorabile.

Il gruppetto di oggi molto eterogeneo sia come età che come provenienze è molto simpatico e di buona compagnia. In genere i gruppi piccoli sono sempre i migliori.

Arriviamo a San Domenico con una giornata ancora un pizzico nuvolosa, ma i propositi sono buoni. Tutto intorno al di sopra dei 2500 m la neve ha fatto il suo ingresso in questa prima giornata di autunno rendendo il paesaggio interessante e molto bello. L'autunno è una delle stagioni che dal punto di vista del paesaggio è la migliore.

Partiamo subito e ci tocca la noiosissima strada che conduce all'alpe veglia. Non ci sono sentieri alternativi nelle vicinanze che evitano questo passaggio, salvo partire da San Domenico allungando di un chilometro circa il percorso e noi oggi ne dobbiamo fare quasi 19!

Tra qualche chiacchiera guadagnamo l'alpe

23 09 FarelloVeglia 7076 600JPG

Dopo le opportune foto ci incamminiamo nel bellissimo lariceto dove il sottoscritto dispensa qualche informazione veloce su cosa vediamo e chi sono queste belle piante. Poi un bel sentiero a gradoni che qualcuno definisce il sentiero degli "squat", perchè ti fai le gambe quadre, raggiungiamo il primo punto interessante in quota il Lago Bianco, che il bianco c'è che è quello del limo del fondale, ma il lago è ridotto ad una pozzanghera..

IMG20230923121419 600JPG

La fatica del dislivello e della distanza accumulata inizia a farsi sentire, meglio quindi non fermarsi troppo. Eh sì perchè più ci si ferma e più la stanchezza prende il sopravvento. Meglio rallentare il ritmo ma proseguire. In ogni caso siamo in perfetto orario sulla tabella di marcia e il gruppetto riesce a salire.

Raggiungiamo un secondo ripiano, piccola pausa, poi ecco il bivacco è lì che ci aspetta

23 09 FarelloVeglia 7087 600JPG

L'ultimo strappo e ci siamo, basta fare un paio di zig zag, superare un paio di tratti pietrosi ed eccoci! Il vento qui tira bene e fa un bel freddino. Il cielo si annuvola temporaneamente e qualche fiocco di neve portato dal vento scende. Il bivacco è sicuramente provvidenziale per la nostra pausa pranzo e con la sua ampia vetrata ci fa gustare il panorama mentre noi ci gustiamo il pranzo frugale dell'escursionista.

Il tempo di scaldarci ed ecco che il cielo torna ad essere più aperto, torna il sole, il vento c'è sempre ma è meno fastidioso. Ora possiamo scendere a valle scegliendo un piccolo percorso alternativo che ci porta agli alpeggi superiori del veglia e di lì diretti al bel Rifugio Arona dove ci beviamo qualcosa di caldo e poco più avanti un acquisto di formaggi in un piccolo alpeggio, prima di scendere di nuovo a valle dopo aver fatto 19 km e un dislivello di 1150 m.

Bravi davvero ai miei escursionisti di oggi, siete stati in gamba e simpatici, alla prossima sgambata.

23 09 FarelloVeglia 7095 600JPG

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

  Le Vie Selvagge di Davide Adamo
  Via Monte Rosa 40
20081 ABBIATEGRASSO (MI)

 Tel.: +39 347 38 63 474
 Email: info@levieselvagge.it

SEGUICI SUI SOCIAL

InstagramFacebookYoutubeTripadvisor

Escursionisti in linea

Abbiamo 529 ospiti e nessun utente online